Category: Huware

Le waves verso il cloud e la trasformazione

Siamo nell’epoca della trasformazione e molte aziende stanno investendo in innovazione e tecnologia per crescere, evolversi e assicurarsi una certa flessibilità ed efficienza per operare nei mercati di oggi e di domani.

I dati che IDC ha esposto durante il nostro ultimo evento “Learning to rescale business” parlano chiari:

Il 40% delle aziende dichiara di aver migrato l’intera organizzazione nel cloud.

Il 46% delle aziende è attivo attualmente su un progetto di migrazione.

  • *Sondaggio effettuato su un campione di 2800 aziende >250 dipendenti

La modernizzazione dell’infrastruttura IT è una priorità. Recentemente, infatti, sempre più aziende stanno facendo affidamento su player esperti di tecnologie e servizi cloud per poter concentrare i loro sforzi e le loro risorse su attività strettamente legate al core-business dell’attività. 

Predisporre un ambiente flessibile e scalabile porta nel tempo ad un valore aggiunto importante, ma la strada verso il cloud deve essere percorsa con prudenza. Google Cloud per prima invita le aziende a seguire una roadmap definita e studiata per garantire un passaggio controllato ed efficace (ad esempio, selezionare inizialmente alcuni workload su cui lavorare in modo da approcciare step-by-step il mondo cloud).

Generalmente, durante questo tipo di percorso le aziende non sono sole ma vengono affiancate e supportate dalle società partner Google Cloud, come Huware, che hanno forte esperienza in questo tipo di progetti, usano metodologie di innovazione e facilitano la relazione direttamente con il cloud provider, Google.

La trasformazione non è solo tecnologica

“Innovation through people” è il nostro pay-off e la nostra filosofia. La tecnologia è il fattore abilitante della trasformazione, le persone sono l’elemento differenziante. 

La nostra roadmap dell’innovazione comincia uno step prima che, in realtà, incide a 360° su tutto il percorso successivo: il cambiamento culturale. La trasformazione, per noi, è possibile in un ambiente in cui le persone comprendono a pieno le potenzialità della tecnologia e degli strumenti.

“Il progresso tecnologico guiderà una partita fondamentale per il futuro dell’uomo. Lo farà attraversando tutti i settori, dall’ambiente alla medicina, dalla tecnologia artificiale sino al cibo. Ma per farlo bene, ha bisogno dell’”umanesimo”.

Roberto Cingolani in http://bit.ly/2KAwWNQ

La creazione di un mindset innovativo è cruciale quindi per approcciare la trasformazione digitale.

La nostra metodologia di change management e adoption supporta le aziende nel compiere questo importante passaggio dal “fixed mindset” al “growth mindset” predisponendo tutta l’organizzazione nell’approcciarsi alla tecnologia disruptive nel migliore dei modi, senza rischio di esserne inconsapevolmente travolti.

Le persone che comprendono il potere degli strumenti, saranno in grado di accelerare ogni forma di interazione e azione, comprendere l’impatto della interconnessione e affrontare i cambiamenti con proattività portando un contributo concreto ed motivante a tutta l’azienda.

Vuoi conoscere di più sulla nostra metodologia? Contattaci a info@huware.com

Per approfondire invece alcuni dei temi toccati in questo articolo puoi scaricare gratuitamente questo ebook “Il futuro del cloud computing”

Big Data: la chiave per il vantaggio competitivo

Molte aziende tradizionali hanno intrapreso la strada per diventare data-driven company sfruttando le possibilità dei Big Data e ottenendo così un vantaggio competitivo rispetto alla concorrenza.

Negli ultimi anni abbiamo visto una crescita esponenziale dei progetti di analisi dei Big data e nei prossimi anni solo le aziende che sapranno estrarre valore dai propri dati riusciranno a sopravvivere.

Tutte le aziende, anche le più tradizionali, hanno un patrimonio enorme in termini di dati memorizzati che quasi mai vengono analizzati e spesso. Addirittura le società ne ignorano l’esistenza.

I Big Data possono essere utilizzati dalle aziende per conoscere i loro concorrenti.

Gli imprenditori possono identificare il margine di miglioramento, le diverse tendenze ed eventuali nicchie sottovalutate. Possono evitare errori dei concorrenti e fornire servizi e caratteristiche esatte che il pubblico di destinazione vuole, conquistando la fiducia e fidelizzando i propri clienti.

In particolare l’approccio serverless è completamente gestito di Google Cloud Platform. Permette di realizzare soluzioni di Big Data Analytics con investimenti minimi e massime prestazioni, in questo modo il focus dei progetti viene spostato sull’analisi e non sull’infrastruttura.

Alcuni strumenti come BigQuery, Dataflow e Cloud Pub/Sub su Google Cloud Platform consentono di analizzare questi enormi dati a una velocità incredibile.

Inoltre l’integrazione nativa con piattaforme di Machine Learning come Auto ML, permette di ricavare ulteriore valore dai dati a disposizione anche senza avere competenze specifiche in data science.

Diverse importanti aziende, tra le più visionarie sul mercato, hanno già intrapreso con il nostro supporto il loro percorso per diventare delle vere e proprie data-driven company.

Parliamo di aziende come Fontana Gruppo, realtà leader nel settore dei fasteners a livello globale e di Virgin Active che guida il settore fitness e wellness con 35 centri in tutta italia.

Se vuoi approfondire l’argomento con noi e capire come puoi cominciare anche tu nella tua azienda contattaci a info@huware.com

Autore: Fabrizio Clerici, Head of Cloud, Huware.

Huware: una squadra di persone con passione e sorriso

Squadra, passione e sorriso.
Sono proprio questi tre i principali elementi che descrivono meglio la realtà di Huware.

Una squadra giovane con già molta esperienza e competenza, con degli obiettivi chiari da raggiungere, delle ambizioni e dei sogni da realizzare.

Essere squadra significa conoscersi nel profondo, condividere una visione, avere organizzazione ma soprattutto sviluppare quel feeling che permette, giorno dopo giorno, di prendere decisioni veloci, trasformare gli errori in crescita personale e superare le aspettative del cliente.

Ritrovarsi insieme è un inizio, restare insieme è un progresso, riuscire a lavorare insieme è un successo .

– Henry Ford

I nostri Huroes hanno trascorso insieme un’esperienza di due giorni ricca di attività, momenti di relax e occasioni di confronto. Abbiamo messo alla prova la nostra capacità di adattarci alle situazioni complesse, a superare le paure e ad uscirne vincitori. Questo grazie all’incitamento di compagni di squadra e anche alle due fantastiche guide che ci hanno accompagnato lungo tutto il percorso di orienteering.

Quanto è importante ritrovarsi ogni tanto con i propri compagni di viaggio?

Matteo Fenaroli, Co-Founder di Huware, risponde così: “La componente fondamentale della filosofia Huware è il fattore umano che a me piace definirlo Humanware. Tra i nostri valori ci sono la collaborazione, la solidarietà e l’inclusione; penso sia molto importante condividere momenti così per unire ancora di più la squadra e per dare modo alle persone di guardarsi negli occhi e capire come migliorare il lavoro di tutti i giorni”.

E voi cosa ne pensate? Condividete il vostro punto di vista con noi a info@huware.com

Huware: la terza dimensione dell’innovazione

Huware e Innovazione.
Un breve ma importante pensiero di Andrea Servili, Co-Founder di Huware, nonché uno degli imprenditori che per primi credettero nelle potenzialità del cloud in Italia.
L’inizio

La prima volta che andai nella sede di Google era il 2012.
Io e il mio team ci occupavamo dal 2007 di change management e tecnologia, in un periodo in cui il mondo del Cloud in Italia era ancora una Chimera, qualcosa tutto da scoprire.

Negli uffici di Google si respirava aria di innovazione e si percepiva la grande visione.
Gli strumenti di collaborazione e condivisione di “Google Apps” erano in fase di evoluzione e a stento si sentiva parlare di Big Data e Machine Learning.

Discorsi da extraterrestri.

Siamo stati tra i primi a scommettere su queste tecnologie, perché ci rendemmo conto di quanto l’innovazione stesse diventando un fattore critico di successo per accelerare il cambiamento nelle aziende e costruire un mindset differente.

Per evolvere le abitudini consolidate nel modo di lavorare, accrescere la collaborazione e prendere decisioni veloci.

La scelta

Da qui la scelta di investire e diventare un Partner di riferimento di Google for Enterprise (successivamente Google for Work e Google Cloud), e la scelta reciproca di Google di investire su di noi affidandoci progetti globali con un elevato impatto strategico.

Uno di questi, Gruppo Fontana che divenne una case pubblica di Google.

4500 dipendenti in 4 diverse region, in cui fummo coinvolti in un importante progetto di Change Management e Innovazione.

Poi altri clienti con storie affascinanti: iGuzzini, Virgin Active, MBE, Noberasco, Generali e tanti altri.

Dopo il boom della collaboration arrivò il Cloud, inteso come infrastruttura e piattaforma. Una nuova diga che è caduta, una nuova rivoluzione.

Da lì un’altra sfida, basata su un’intuizione: FNM Group affidò a noi il Cloud Journey completo. Oltre all’introduzione di G Suite, siamo stati i primi in Europa a migrare un sistema SAP (HANA e S/4HANA) sul Cloud di Google.

Al centro di questi progetti, per noi, oltre alla tecnologia, c’è sempre di più l’uomo con la sua creatività, il suo atteggiamento e le competenze soft.

Huware è la nostra nuova avventura che rilancia il mantra “l’innovazione è fatta dalle persone e non dalle macchine”, ponendo al centro dell’evoluzione digitale delle aziende l’equilibrio tra persone, processi e tecnologie.

Per noi l’elemento chiave, la risorsa insostituibile che rende il futuro un’innovazione funzionale e non una incognita, è lo HUMANWARE. Un connubio tra la componente umana e la componente digitale della tecnologia.

Porteremo questo concetto in tutti i nostri progetti, nelle testimonianze e nelle interviste che avrete modo di trovare e sfogliare nel nostro blog.